Area Abbonati
LoginPassword

Norme Editoriali

 

Per gli Autori

Struttura e modalità di presentazione degli articoli

Tabelle e figure

Acronimi

Riferimenti normativi

Bibliografia

Bozze di stampa

Copie omaggio

Cessione del copyright

Conflitto di interessi

 

Per gli Autori

Politiche sanitarie intende contribuire allo sviluppo degli studi applicati ai sistemi sanitari e interessa quindi varie discipline: in ordine alfabetico, diritto sanitario, economia aziendale, economia sanitaria, epidemiologia, etica, organizzazione, scienze politiche, sociologia. Essa vuole inoltre mettere a confronto le più significative esperienze nel campo a livello internazionale, nazionale, regionale e aziendale.
Politiche sanitarie si rivolge, pertanto, a tutti gli studiosi interessati al settore ed ai dirigenti ed operatori dei servizi sanitari, invitandoli a partecipare al dibattito culturale e scientifico e al confronto delle esperienze.
La rivista è trimestrale. Gli autori possono proporre i loro articoli per una delle seguenti sezioni:

  • "saggi", intendendo per saggio un contributo che si ponga obiettivi di analisi scientifica del tema trattato, con adeguato apparato di citazioni e/o di trattamento dati;

  • "note, esperienze e documenti", che comprende:
    - presentazioni di esperienze applicative;
    - brevi contributi di taglio divulgativo;
    - documenti di particolare rilevanza per il settore;
    - rassegne bibliografiche.

  • "argomenti in campo", che affronta in modo sintetico, ma completo alcuni dei temi più attuali dell'economia sanitaria.

Gli articoli proposti devono essere inediti. La responsabilità del contenuto scientifico è esclusivamente degli Autori. La proprietà degli articoli viene ceduta alla Casa Editrice e ne è vietata la riproduzione non autorizzata, anche parziale, in qualsiasi forma e con qualunque mezzo (v. cessione del copyright).

I lavori vanno inviati tramite email a info@politichesanitarie.it o attraverso il modulo online.

La loro pubblicazione è subordinata al giudizio della Direzione; ogni contributo sarà sottoposto a doppio referaggio anonimo.

Struttura e modalità di presentazione degli articoli

Tutti gli articoli devono indicare nella prima pagina titolo, cognomi e nomi degli autori, seguiti dall'indicazione della funzione svolta e dell'istituzione di appartenenza, le parole chiave utili, l'indirizzo con il numero telefonico, fax ed e-mail cui inviare eventuali comunicazioni, bozze ed estratti.

Si raccomanda di limitare il virgolettato alle citazioni testuali, di usare il carattere corsivo solo per i termini in lingua straniera e di utilizzare i termini inglesi solo se non hanno un equivalente italiano corrente.

Gli articoli proposti per la sezione "Saggi" devono essere di norma non superiori a 20 cartelle di testo di circa 2500 caratteri (figure, tabelle e bibliografia compresi) e devono comprendere:

  • un riassunto in italiano ed in inglese di circa 300 parole;
  • 3-5 parole chiave;
  • codice/i di classificazione JEL per gli articoli di taglio economico (un numero massimo di tre codici di classificazione del JEL - Journal of Economic Literature. I codici sono consultabili online.
  • un breve sommario (due righe) in italiano e in inglese, che verrà utilizzato per l'indice interno.

Gli articoli proposti per le sezioni "Note, esperienze e documenti" e "Argomenti in campo" devono essere, di norma, non superiori a 15 cartelle (figure, tabelle e bibliografia compresi) e devono comprendere il titolo anche in inglese, un riassunto/abstract in italiano e in inglese di circa 200 parole e fino a 3 parole chiave.

Tabelle e figure

Tabelle e figure dovranno essere realizzate tenendo conto del formato della Rivista. Le tabelle, scritte su pagine separate omettendo linee divisorie sia orizzontali che verticali, devono essere numerate progressivamente con numeri arabi e devono essere corredate da un titolo esaurientemente esplicativo e con l'eventuale citazione della fonte, con le stesse norme valevoli per i riferimenti bibliografici in testo. Andranno citate nel testo senza abbreviazione e con numeri arabi . Tutte le illustrazioni (grafici, disegni, schemi e fotografie) sono considerate "figure" e devono essere contraddistinte progressivamente con numeri arabi. Le dimensioni consigliate sono: cm 8,1 (base) x 10 (altezza). Dimensioni diverse vanno calcolate in proporzione. Su ciascuna figura deve essere indicato il lato alto. Ogni figura deve essere corredata di una didascalia.

Acronimi

Si utilizzano le formule più semplici: in maiuscolo la sola lettera iniziale, seguita dalle altre senza punteggiatura. Ad esempio: Ssn, Psn, Asl, Ao, Drg, Rod, Fsn.

Riferimenti normativi

Si indichino le lettere iniziali minuscole delle parole che li compongono. Ad esempio: l. 833/1978; d.lgs. 502/1992; d.m. 15 aprile 1994.

Bibliografia

Deve riguardare tutte e solo le opere citate in testo, seguendo l'ordine alfabetico del cognome dell'autore. Si indichino gli autori con il cognome, seguito dall'iniziale del nome e, tra parentesi, dall'anno di pubblicazione. All'interno dell'ordine alfabetico vale l'ordine cronologico; all'interno dello stesso anno si utilizzino le lettere (es: 1990a, 1990b).
Ogni citazione di articolo deve includere i cognomi degli autori (se non sono più di tre; se gli autori sono più numerosi di tre, si citino solo i primi tre e si aggiunga et al.), l'anno di edizione tra parentesi, il titolo del lavoro, il titolo del periodico in corsivo, il numero del periodico, pagine iniziale e finale. Ogni citazione di libro o capitolo in un libro collettivo deve includere: i cognomi degli autori, l'anno di edizione tra parentesi, il titolo del lavoro, i cognomi dei curatori, il titolo del libro in corsivo, il luogo di edizione, la casa editrice, le pagine iniziale e finale del capitolo o articolo. Esempi:

Bonneux L, Barendregt JJ, Nusselder WJ et al. (1998), Preventing fatal diseases increases healthcare costs: cause elimination life table approach, BMJ, 316: 26-29.

Department of Health (1989a), Working for patients, Londra, Hmso (trad it., France G (a cura di), 1990, Al servizio dei pazienti. Il libro bianco sulla riforma del servizio sanitario britannico, Roma, Istituto di Studi sulle Regioni).

Department of Health (1989b), Medical audit, Working paper 6, Londra, Hsmo.

Taroni F (1996), DRG/ROD e nuovo sistema di finanziamento degli ospedali, Roma, Il Pensiero Scientifico Editore.

Nonis M (1999), La scheda di dimissione ospedaliera nel contesto dell'ospedale, in Nonis M, Corvino G, Fortino A (a cura di), La scheda di dimissione ospedaliera, Roma, Il Pensiero Scientifico Editore, 3-28.

Bozze di stampa

Le bozze di stampa, in formato pdf, vengono inviate dall'Editore all'indirizzo e-mail dell'autore specificamente indicato sul primo foglio del dattiloscritto. Le correzioni vanno segnalate all'editore tramite e-mail (info@politichesanitarie.it) o fax (0686282250) non oltre il numero di giorni indicato nella mail dell'Editore.
In alternativa posso comunque essere spedite tramite corriere o posta celere, indirizzandole a:
Politiche Sanitarie, Il Pensiero Scientifico Editore, via San Giovanni Valdarno 8, 00148 Roma.
L'Editore è autorizzato alla correzione redazionale di quelle bozze che non gli saranno restituite entro la data indicata. Nella correzione sono ammesse eventuali piccole rettifiche o aggiunte di poco conto.

Copie omaggio

All'autore verranno inviate 5 copie della rivista. Nel caso di più autori, le copie verranno inviate al primo autore.

Cessione del copyright

Il lavoro deve essere accompagnato dalla seguente dichiarazione, firmata da tutti gli Autori:

"Gli Autori trasferiscono la proprietà dei Diritti d'Autore alla Rivista nell'eventualità che il loro lavoro sia pubblicato. Dichiarano che l'articolo è originale, non è stato inviato ad altra rivista e non è stato pubblicato."

In alternativa è possibile scaricare, compilare e inviare via Fax (06.86282250) il modulo preimpostato (PDF: 10 Kb).

N.B.: senza il documento per la cessione del copyright firmato dall’Autore/dagli Autori non si potrà procedere alla pubblicazione dell’articolo.

Conflitto di interessi

Tutti gli autori devono dichiarare ogni effettivo o potenziale conflitto di interessi, includendo qualsiasi relazione finanziaria, personale o di altro tipo con altre persone o organizzazioni che potrebbero influenzare in modo inappropriato il loro lavoro.

Sono quindi tenuti a scaricare, compilare e inviare via fax (0686282250) o e-mail (dopo averlo scansionato) all’indirizzo info@politichesanitarie.it il modulo preimpostato (PDF: 573Kb).